Home
a cura di University of Salento
Skip Navigation Links
    Home
    Beni e servizi ecosistemici
    Biodiversità
    Cicli bio-geochimici

Distribuzione delle popolazioni e percezione dell’ambiente - Grana ambientale

La distribuzione di una popolazione è legata anche alla diversa percezione che hanno gli individui dell’habitat che li circonda con conseguenti preferenze nel suo uso. Da qui nasce quello che in Ecologia viene chiamato il “concetto di grana” (grain, Pielou 1974).

Nell’ambito della composizione dell’habitat o del paesaggio, la grana si riferisce alla relazione tra la dimensione della tessera (piccola area) di paesaggio e la vagilità (capacità di muoversi) di un animale. Una tessera di habitat o di paesaggio è detta a grana grossa per una data specie aniamle se la sua vagilità (capacità di muoversi intorno liberamente) è bassa rispetto alla dimensione delle tessere di habitat. Un habitat invece è considerato a grana fine per una specie se l’organismo ha una vagilità elevata rispetto alla dimensione delle tessere di habitat. Per esempio un predatore con un ampio range come il falco a coda rossa Buteo jamaicensis sperimenterà un mosaico di tessere di ecosistemi (unità boschive) come un habitat a grana fine; d’altro canto, un’altra specie come il topo dalle zampe bianche Peromyscus leucopus, che passa la maggior parte del tempo in una singola tessera (bosco), sperimenterà verosimilmente un paesaggio a grana più grossa.

Buteo jamaicensis

Peromyscus leucopus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Uno spunto in più...
Oasi WWF
Obseco
Oasi WWF